Carissimi Parrocchiani,

 

ringrazio Dio che mi concede anche quest’anno di venire nelle vostre case a portare la Benedizione del Signore, unita agli auguri sinceri: Gesù dia a tutti gioia, serenità e pace.

Vengo anche per ascoltare la vostra voce, che vorrà essere l’espressione sincera del vostro pensiero e del vostro animo.

 

Tutti uniti, dobbiamo essere convinti che siamo Chiesa, in virtù del Santo Battesimo, dobbiamo quindi lavorare in sintonia, perché la nostra Comunità diventi giorno dopo giorno, più operosa, efficiente e testimone. Riscopriamo allora i doni che il Battesimo ci ha dato e cerchiamo di realizzarli nella nostra vita nello spirito del Signore Risorto. 

 

 


Benedizione delle Famiglie 2017

inizio alle ore 15,00 di ogni giorno in calendario

 

LUNEDÌ 27 FEBBRAIO

Via B. Conti, Via E. Chiesa

MARTEDÌ 28 FEBBRAIO

Via Monterosso

MERCOLEDÌ 1 MARZO

Via Canova, Levatella, Piazza Monzoni

GIOVEDÌ 2 MARZO

Via Solferino

VENERDÌ 3 MARZO

Via G. Verdi (numeri pari)

LUNEDÌ 6 MARZO

Via G. Verdi (numeri dispari)

MARTEDÌ 7 MARZO

Via Ceci, Vicolo Ceci, Via Manzoni

MERCOLEDÌ 8 MARZO

Via Canal del Rio (zona monte)

GIOVEDÌ 9 MARZO

Via Cucchiari, Vicolo P. Tacca

VENERDÌ 10 MARZO

Via Codena (zona città)

LUNEDÌ 13 MARZO

Via Codena (zona monte)

MARTEDÌ 14 MARZO

Via Erevan

MERCOLEDÌ 15 MARZO

Via M. Buonarroti (numeri pari)

GIOVEDÌ 16 MARZO

Via M. Buonarroti (numeri dispari)

VENERDÌ 17 MARZO

Via M. Dell’Amico, Bugliolo, Via P. Tacca n°40

LUNEDÌ 20 MARZO

Via L. Bartolini, Piazza XXVII Aprile

MARTEDÌ 21 MARZO

Via Pelliccia, Via D. Cattaneo

MERCOLEDÌ 22 MARZO

Via del Cavatore fino al n.°6,

P.zza Brucellaria

GIOVEDÌ 23 MARZO

Via del Cavatore nn. 11,25,27,29

VENERDÌ 24 MARZO

Via Don Minzoni nn. 4, 6, 8

LUNEDÌ 27 MARZO

Via San Francesco

MARTEDÌ 28 MARZO

Via Ghiacciaia (zona monte)

MERCOLEDÌ  29 MARZO

Via Don Minzoni  (Case popolari)

Via Canal del Rio (zona città)

GIOVEDÌ 30 MARZO

Via Mazzini (numeri pari), Vicolo Mazzini

VENERDÌ 31 MARZO

Via Mazzini (numeri dispari)

LUNEDÌ 3 APRILE

Via Aronte, Largo XXV n.8, Via M. D’Azeglio n.8

MARTEDÌ 4 APRILE

Via Cavour (numeri pari)

MERCOLEDÌ 5 APRILE

Via Cavour (numeri dispari)

GIOVEDÌ 6 APRILE

Via Don Minzoni nn.7,9,11,13,17,19

VENERDÌ 7 APRILE

Via P. Tacca (numeri pari esclusi n° 24, 40)

SABATO 8 APRILE

Via P. Tacca (numeri dispari)

LUNEDÌ 10 APRILE

Via Monterosso alta, Via P. Tacca n° 24

MARTEDÌ 11 APRILE

Via Sarteschi

MERCOLEDÌ 12 APRILE

Via C. Fontana

(numeri dispari esclusi nn. 9, 11, 13)

MARTEDÌ 18 APRILE

Via C. Fontana (numeri pari e nn. 9, 11, 13)

MERCOLEDÌ 19 APRILE

Via Don Minzoni (nn. 21, 23, 25)

GIOVEDÌ 20 APRILE

Via Don Minzoni (nn.27 bis, 27 ter, 29)

VENERDÌ 21 APRILE

Via Don Minzoni (nn. 16, 18, 20, 22)

LUNEDÌ 24 APRILE

Via Foce, Via Carbonera

MARTEDÌ 25 APRILE

Via Foce

MERCOLEDÌ 26 APRILE

Piana Maggio, Località Ossi

 

Se qualche famiglia nel giorno indicato, fosse assente, può chiamare in Parrocchia e concordare la visita. (0585/71884)

 


  

 

Festività 2016

 

 

Scarica in formato PDF     

Scarica programma festività informato pdf

 

 

 

Opera Madonna del Cavatore

Pellegrinaggio alla Madonna del Cavatore di Fantiscritti

Madonna del Cavatore

Sabato 25 Giugno 2016

Programma:

ore 20.30 Raduno nel Piazzale dei Ponti di Vara

ore 21.00 Processione con fiaccolata alla Cappella della Madonna del Cavatore di Fantiscritti.

Recita del Santo Rosario, con commento dei Misteri, preparato dalle Comunità Parrocchiali dei Paesi a monte.

Con la partecipazione di Mons. Giovanni Santucci, Vescovo.

O Maria, patrona dei Cavatori prega per noi.

Venerdì 24 Giugno 2016 Gita a Gardaland.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi in parrocchia

Maggio, il mese di MariaSiamo a Maggio, mese significativo per la comunità cristiana. E’ il mese,che nella tradizione popolare è dedicato a Maria. Vogliamo viverlo, quale preziosa opportunità per fermarci a guardare questa Madre, con gli occhi del cuore.

Maria è madre sollecita nel promuovere in noi la crescita della vita di Gesù. E’ ausiliatrice che risveglia le risorse, facendole convergere verso il servizio della comunione e della gioia, come testimonia l’episodio del banchetto di nozze a Cana di Galilea.

A Cana avviene la manifestazione di Gesù, favorita da Maria sua Madre. Ma anche la manifestazione di Maria: ”Fate quello che egli vi dirà”.

Questa è l’unica parola di Maria, indirizzata a noi, che i Vangeli ci riferiscono. E’ quasi un testamento spirituale. La forza di questa parola, nasce in Maria, dalla sua esperienza spirituale. In Lei il credere e l’obbedienza sono atteggiamenti costanti di vita.

E’ diventata Madre, perché ha creduto alla parola dell’angelo.

Esperta nel fidarsi della Parola può ora aiutare gli altri a fare altrettanto.

L’episodio di Cana ci offre l’opportunità di sottolineare alcune dimensioni fondamentali nella vita di ogni cristiano.

Con l’intelligenza del cuore,Maria scorge il bisogno degli sposi,prima che essi lo esprimono come bisogno.

Il suo “colpo d’occhio le fa dire a Gesù:”Non hanno più vino”.La sua sensibilità le permette di penetrare,di discernere.

Anche noi dobbiamo chiedere questa disponibilità a lasciarci convertire,per essere abilitati a scelte evangeliche coerenti.

Abbiamo bisogno, come Maria, di rivolgerci a Gesù, con volto implorante e fiducioso.

Maria non provvede direttamente alla mancanza di vino, semplicemente lo pone in rilievo con una sua discrezione discreta ed essenziale.

“A Cana c’era la Madre di Gesù”dice il Vangelo. E avvenne il miracolo. Chiediamo che anche oggi Lei sieda con noi a mensa, sia presente nella nostra Comunità. Si rinnoverà il miracolo dell’acqua, cambiata in vino: il miracolo della comunione, della solidarietà, vie queste che costruiscono nuovi rapporti, per un mondo di speranza e di pace.

Assunzione di MariaIl ritmo estivo del mese di agosto certamente sarà caratterizzato e rallegrato dal ferragosto, io ve lo auguro.

Per noi cristiani il mese del solleone avrà il suo punto di riferimento e il suo culmine nella festa della MADONNA ASSUNTA in cielo; un appuntamento atteso da ogni cristiano e desiderato specialmente da quanti sanno amare questa tenera Madre.

Sarà bene che in mezzo al fragore del traffico,ai colori, alla luce,alla spensieratezza,si trovi un “angolo di silenzio”,una “zona franca” dove poter rilassare la propria anima e il proprio corpo.

Se ci lasceremo guidare dalla Parola di Dio in questo periodo,avvertiremo una felicità immensa,pura, ci sentiremo non solo passivi spettatori,ma attivi protagonisti della Storia della Salvezza,iniziata con Maria,continuata col Suo Figlio Gesù e continuata da tutti noi”Figli di Eva”- come recitiamo nel”Salve Regina”.

Dalla eternità Dio aveva scelto Maria ad essere la Madre del Suo Figlio.

Infatti nel Paradiso Terrestre,maledicendo il serpente infernale,fa brillare una stella,accende una speranza.

Maria Madre di Dio,è il titolo più grande che spetta alla Fanciulla di Nazaret, ed è alla base di tutti i privilegi che circondano la Madonna.-

Essendo concepita senza peccato originale,non dovrà soggiacere neppure alla corruzione del suo corpo,tempio dello Spirito Santo…..sarebbe stata anche la nostra sorte se non avessimo avuto il peccato originale”come ci ricorda S. Paolo”a causa del peccato, entrò nel regno la morte”.L’Assunzione è un dogma che affonda le sue radici in una TRADIZIONE ININTERROTTA NELLA CHIESA,che risale all’epoca apostolica.

Sulla riflessione teologica,sulla Tradizione e sul “Sensus  eclesiae” arriveremo a PIO XII,quando il 1° Novembre 1950 lo definì dogma di fede. Anche il Concilio Vaticano II nella “Lumen Gentium” al N° 59 riporta questa verità.

L’Immacolata Vergine,preservata immune da ogni macchia di colpa originale,finito il corso della sua vita terrena fu assunta alla celeste gloria, in anima e corpo”.

Ed è a questa Madre Buona,misericordiosa e potente,che noi cristiani  ci rivolgiamo oggi,con gli stessi accenti di fede dei nostri padri,nella certezza che Lei,dal cielo, guarda a noi figli  e figlie suoi,e per noi intercede ininterrottamente davanti a Dio, e,come madre vera,sarà “paga” solo quando vedrà tutti i suoi figli,uniti nella Casa del PADRE COMUNE,e da qui la nostra beata speranza nella vita eterna. Maria benedica tutti noi singolarmente,familiarmente e comunitariamente.

Con affetto

   Don Cesare